Ricerca

Profilo utente

Si richiede la registrazione per accedere ad alcune funzionalità.

Entra col tuo profilo

Registrati

Se la chance è incerta non può essere risarcita


Una donna vede ritardata la diagnosi del proprio tumore, la colpa medica è acclarata ma non è possibile calcolare precisamente il tempo di maggiore sopravvivenza in presenza di una diagnosi (e trattamento) più precoce, conseguentemente il danno è incerto e non può essere risarcito, neppure in via equitativa.

Lo sostiene il Tribunale di Rimini in questa interessante sentenza dove, per stessa ammissione dell’estensore, la ricostruzione teorica del danno da perdita di chance si discosta dalla “vulgata giuridica prevalente (anche nella giurisprudenza della Corte di Cassazione)”.

A parere del Giudice infatti, anche a voler considerare la perdita di chance come bene giuridico autonomo (teoria non condivisa dall’estensore) non essendo possibile quantificare in termini numerici percentuali l’entità dell’occasione persa, non è possibile ritenere che la perdita di chance sia stata conculcata e che il danno, pertanto, sia certo, essendovi solo una (non meglio determinabile) possibilità che ciò sia avvenuto.

A fronte di tali elementi, infatti, non è possibile ritenere integrato il nesso causale tra la condotta (omissiva del medico) e l’evento di danno (la perdita di chance) secondo la regola del “più probabile che non” che regola l’accertamento del nesso di causalità materiale in campo civilistico.

Ma anche sul versante della causalità giuridica e quindi dell’accertamento del danno-conseguenza non sarebbe possibile, in questo caso, arrivare alla liquidazione del pregiudizio. A parere del Tribunale di Rimini, infatti, difetterebbero elementi sufficienti per la liquidazione equitativa del danno, mancando, da un lato, qualsivoglia parametro utile a identificare il periodo di vita perso e, dall’altro, la prova che la vittima abbia peggiorato il suo stato (di salute e/o) interiore in ragione della scoperta che la propria aspettativa di vita era diminuita.

Allegati scaricabili

Tribunale di Rimini 25 ottobre 2016