Ricerca

Profilo utente

Si richiede la registrazione per accedere ad alcune funzionalità.

Entra col tuo profilo

Registrati

Commissione europea: parere (parzialmente) negativo per le sanzioni introdotte in mediazione


Il Giudice di Pace di Mercato San Severino (Salerno), con ordinanza del 21 settembre 2011, ha rinviato alla Corte di Giustizia Europea la risoluzione di una serie di questioni di illegittimità della normativa italiana sulla mediazione, nella parte in cui introduce misure sanzionatorie discendenti dal mancato accordo delle parti.

La Commissione Europea, con parere del 2 aprile 2012, ha suggerito alla Corte di Giustizia di risolvere i quesiti posti dal Giudice di pace italiano nel senso che, pur non ostando la normativa comunitaria alle previsioni nazionali che attribuiscono al giudice il potere di desumere argomenti di prova dalla condotta della parte che non ingiustificatamente non partecipa alla mediazione e di comminare una sanzione corrispondente al contributo unificato, vi si oppongono invece nel caso in cui dette sanzioni siano tali da incidere sulla libertà delle parti di porre fine al procedimento di mediazione in qualsiasi momento, limitando così in maniera sproporzionata l’esercizio del diritto d’accesso al giudice.

Leggi il testo integrale di:

Giudice di Pace di Mercato San Severino (Salerno), ordinanza 21 settembre 2011

Commissione Europea, parere del 2 aprile 2012

Allegati scaricabili

Giudice di Pace di Mercato San Severino (Salerno), con ordinanza del 21 settembre 2011
Commissione Europea, con parere del 2 aprile 2012
Giudice di Pace di Mercato San Severino (Salerno), ordinanza 21 settembre 2011
Commissione Europea, parere del 2 aprile 2012

Oggi in laboratorio

Dicembre 2018

D L M M G V S
1
2
3
4
5
6
7
8
9
10
11
12
13
14
15
16
17
18
19
20
21
22
23
24
25
26
27
28
29
30
31

Vedi tutti gli eventi di formazione o didattica.