Presentazione

Attenzione: apre in una nuova finestra. StampaE-mail

Il Laboratorio LIDER nasce dall'idea di articolare le attività già consolidate, in corso di consolidamento o in crescita nell'area del diritto privato e comparato presso la Scuola in un Laboratorio di ricerca dallo spiccato carattere interdisciplinare dove possano coesistere e integrarsi momenti di elaborazione, di approfondimento e di trasferimento dei risultati sempre nell'ottica metodologica di comparazione e di interdisciplinarietà.

Momento aggregante delle attività del Laboratorio è il dialogo fecondo tra "diritti" e "regole"; dialogo che nel moderno ruolo assunto dalle regole di diritto privato, non può che caratterizzare un ordinamento giuridico sempre alla ricerca di un equilibrio nella tensione tra jus e lex, tra diritto e regole; valori e diritto positivo; meglio ancora tra "diritti" dell'individuo come singolo e nelle formazioni sociali entro cui vive ed opera (famiglia, associazioni, luoghi di lavoro, ad esempio) e le regole che disciplinano sul piano del diritto positivo le sue attività.

In questa logica, la missione del Laboratorio interdisciplinare Diritti e Regole gravita attorno lo studio del diritto privato europeo e comparato quale momento centrale di regolazione dei rapporti interprivati nonché tra privati e strutture pubbliche laddove queste operino iure privatorum, all'insegna del metodo comparativo e della promozione della tutela della persona.
Nelle attività del Laboratorio, verranno studiate prioritariamente ma non esclusivamente le regole di derivazione comunitaria attraverso il prisma della loro applicazione concreta, nelle declinazioni connesse ai temi seguenti:

  1. della responsabilità civile e le sue implicazioni assicurative;
  2. dei contratti e i riflessi sulla circolazione e sicurezza di beni e servizi
  3. della tutela delle situazioni proprietarie in una logica di contemperamento degli interessi coinvolti.

Il Laboratorio Lider si propone di operare su tre linee principali di attività tra loro strettamente collegate, ovvero:

  • gli studi e ricerche avanzate in ambito nazionale e internazionale;
  • l'accrescimento della capacità didattica connessa alla ricerca;
  • lo sviluppo di programmi formativi per il trasferimento e l'applicazione dei risultati della ricerca sul territorio.

Commenti e suggerimenti sono i benvenuti.

Giovanni Comandé
Coordinatore del Lider-Lab