Prossimi eventi - lab

Nessun evento

Calendario attività

Agosto 2014
L M M G V S D
28 29 30 31 1 2 3
4 5 6 7 8 9 10
11 12 13 14 15 16 17
18 19 20 21 22 23 24
25 26 27 28 29 30 31

In evidenza

  • 28.07.14 Osservatorio sul Danno alla Persona >> In evidenza

    Cassazione civile, sez. III, sentenza n. 15909, 11 luglio 2014.

    Con tale pronuncia, la Suprema Corte, pur ribadendo la configurabilità di un danno da lucro cessante derivante dalla lesione di una aspettativa di reddito anche laddove la vittima sia un minore, ha tuttavia respinto la pretesa risarcitoria ritenendo, sulla base del criterio di ragionevole probabilità, che non fosse stata raggiunta la prova del danno.

    Leggi tutto...
  • 24.07.14 Osservatorio sul Danno alla Persona >> In evidenza

    Il tribunale di Taranto con la sentenza del 29 gennaio 2014 ha liquidato il danno non patrimoniale jure proprio come nocumento biologico di natura psichica in capo ai congiunti della vittima primaria di un sinistro stradale ad esito mortale. Il riconoscimento della sussistenza di un disturbo mentale (di lieve entità) avveniva per mezzo dell’espletamento di una consulenza tecnica d’ufficio. Fin qui la sentenza non presenta alcuna peculiarità che meriti menzione, inserendosi all’interno di quell’orientamento giurisprudenziale ormai consolidato che, a partire dalla storica sentenza della Corte Costituzionale, n. 372 del 27 ottobre 1994, ammette la configurabilità del c.d. danno da lutto. L’elemento di novità del decisum risiede nella mancata personalizzazione del quantum monetario in sede di liquidazione.

    Leggi tutto...
  • 24.07.14 Osservatorio sul Danno alla Persona >> In evidenza

    Trib. Taranto 29 gennaio2014

    Con la sentenza in commento, il Tribunale di Taranto si pronuncia sulla domanda di risarcimento dei danni patrimoniali e non patrimoniali avanzata in proprio e jure haereditatis dalla moglie e dai due figli dell’automobilista che, investito da un camion mentre si trovava alla guida del proprio veicolo, era deceduto nell’immediatezza dei fatti, ancor prima del proprio arrivo nel più vicino Ospedale.

    Leggi tutto...
  • 21.07.14 Osservatorio sul Danno alla Persona >> In evidenza

    Cass. 13654/2014

    Nella sentenza in commento la Terza Sezione Civile della Cassazione analizza il tema della risarcibilità del danno per perdita del prossimo congiunto in favore del convivente more uxorio, sotto un duplice profilo.

    Leggi tutto...
  • 21.07.14 Osservatorio sul Danno alla Persona >> In evidenza

    Cass. 12264/2014

    Nella sentenza in commento la Terza Sezione Civile della Cassazione torna ad affrontare il tema del danno da nascita indesiderata. Il caso sottoposto al giudizio di legittimità riguarda la nascita di un bambino privo di due dita ed affetto da ipoaplasia congenita del femore sinistro, i cui genitori avevano chiesto il risarcimento del danno nei confronti della struttura sanitaria per il difetto di informazione circa la presenza di malformazioni fetali e per la non corretta esecuzione/interpretazione degli esami diagnostici eseguiti dalla madre durante la gravidanza. In entrambi i gradi del giudizio di merito la domanda era stata respinta, sulla base della considerazione, più scientifica che giuridica, che tale anomalia non era probabilisticamente apprezzabile nemmeno attraverso un esame ecografico eseguito correttamente (a differenza che nel caso in esame).

    Leggi tutto...

Il danno tanatologico al vaglio delle Sezioni Unite

20 Marzo 2014 di Giovanni Pagano e Andrea Parziale in Osservatorio sul Danno alla Persona > In evidenza

Ordinanza n. 5056 del 4 marzo 2014 della Terza Sezione della Corte di Cassazione (Rel. Travaglino).

Con ordinanza n. 5056/2014, la Terza sezione civile della Cassazione torna sulla voluminosa sentenza n. 1361/2014 (in http://www.lider-lab.sssup.it/lider/it/odp/in-evidenza/462-il-danno-esistenziale-qun-caso-ancora-apertoq.html) - che, inter alia, aveva risarcito il danno alla salute chiesto per via ereditaria dai congiunti della vittima, immediatamente deceduta a seguito di un incidente stradale - sollecitando, come immediatamente auspicato dai primi commentatori, un nuovo intervento delle Sezioni Unite sul punto.

Leggi tutto: Il danno tanatologico al vaglio delle Sezioni Unite

 

Ancora sul “danno esistenziale”: la Cassazione ribalta la propria posizione dopo pochi giorni

17 Febbraio 2014 di Corinna Daini in Osservatorio sul Danno alla Persona > In evidenza

Cassazione Civile, Sez. III, n. 1762 del 28 gennaio 2014

La terza sezione della Corte di Cassazione è tornata a pronunciarsi sulla spinosa questione della risarcibilità del c.d. “danno esistenziale”, peculiare posta di danno non patrimoniale consistente in ogni pregiudizio al fare a-reddituale del soggetto leso tale da alterare le sue abitudini di vita e l’assetto delle relazioni sociali, sconvolgendo la sua quotidianità ed inducendolo a scelte diverse rispetto alla realizzazione ed espressione della propria personalità.

Ebbene, con esplicito richiamo al principio di unitarietà del danno non patrimoniale sancito dalle Sezioni Unite nel 2008[1], la pronuncia in esame ribadisce fermamente la irrisarcibilità del “danno esistenziale”.

Leggi tutto: Ancora sul “danno esistenziale”: la Cassazione ribalta la propria posizione dopo pochi giorni

 

L’interpretazione della legge Balduzzi per il Tribunale di Firenze: responsabilità contrattuale

16 Febbraio 2014 di Alessandra Garibotti in Osservatorio sul Danno alla Persona > In evidenza

Tribunale Firenze 12 febbraio 2014, G.U. Dott. Minniti

Con la sentenza in esame il Tribunale di Firenze ritorna sul dibattuto tema dell’interpretazione del rinvio all’art. 2043 c.c. contenuto nel secondo periodo del 1° co. dell’art. 3, 1°co., D.L. 13.09.2012 n. 158, conv. L. 08.11.2012 n. 189, c.d. “Decreto Balduzzi”.

Leggi tutto: L’interpretazione della legge Balduzzi per il Tribunale di Firenze: responsabilità contrattuale

 

Il danno esistenziale: "un caso ancora aperto"

15 Febbraio 2014 di Isabella Sardella in Osservatorio sul Danno alla Persona > In evidenza

Cass. Civ., Sez. III, 23 gennaio 2014 n. 1361, Rel. Scarano.

Con una pronuncia voluminosa, complessa ed articolata, la terza sezione della Suprema Corte è tornata ad affrontare l’argomento del danno non patrimoniale, ribadendo l’esistenza delle tre figure risarcitorie costituite dal danno morale, biologico ed esistenziale. Con riferimento a questa ultima voce di danno, in controtendenza con l’orientamento delineatosi a seguito delle decisioni seriali delle Sezioni Unite del 2008, la Suprema Corte ha affermato, a chiare lettere, che “deve escludersi che le Sezioni Unite del 2008 abbiano negato la configurabilità e la rilevanza a fini risarcitori anche del cd. danno esistenziale”, conferendo così piena legittimazione a tale figura risarcitoria.

Leggi tutto: Il danno esistenziale: "un caso ancora aperto"

 

Assicurazione responsabilità sanitaria: le aperture del 2014, dopo gli eventi di fine 2013.

30 Gennaio 2014 di Alberto Tita in Osservatorio sul Danno alla Persona > In evidenza

Il percorso accidentato della responsabilità sanitaria e della sua assicurazione (med-mal[1]) ha continuato a registrare nel nostro paese, ancora a fine 2013, rilevanti accadimenti che mantengono elevata l’attenzione su questa materia.  Le questioni attengono sia alle regole, che al mercato di riferimento.     

Leggi tutto: Assicurazione responsabilità sanitaria: le aperture del 2014, dopo gli eventi di fine 2013.

 

6th International Pediatric Simulation Symposia and Workshops

30 Gennaio 2014 di Lider Lab staff in Ricerca > News in evidenza

 

Al seguente indirizzo http://ipssw2014.ipedsim.com/ è possibile accedere al programma del 6th International Pediatric Simulation Symposia and Workshops, che si terrà a Vienna dal 23 al 25 aprile 2014 e all'interno del quale, fra l'altro, è previsto un intervento del Prof. Giovanni Comandé.

Nell'ambito di tale iniziativa si discuterà della simulazione pediatrica ed in particolare delle implicazioni giuridiche della formazione attraverso la simulazione.

 

Pagina 6 di 37